Crea sito
acqua

H2O: spreco, inquinamento e disinteresse

By intothepot, 08/14/2014

L’acqua non è una risorsa, è la risorsa, è ciò che rende possibile la vita e l’evoluzione delle specie animali, inclusa quella umana.

Solamente l’1% di acqua totale presente sulla Terra è destinata all’uomo. Si tratta di una cifra molto modica, dato che il nostro pianeta è formato da acqua per il 75%.

corbis_42-22937152_665732Ciò che non viene mai negato, è ciò che si tende a dare per scontato. E’ ciò che stiamo facendo nei confronti dell’acqua: la stiamo dando per scontata, la stiamo trattando come se fosse una risorsa illimitata. Peccato che la caratteristica di infinito non è presente in questo caso, infatti il cosiddetto “oro blu” è in via d’estinzione, come sembra essere il buon senso dell’uomo. Anche se noi la vediamo scorrere senza limiti dai rubinetti, non dobbiamo pensare che non sia un problema attuale o non sia un problema di nostro interesse. Il problema esiste e persisterà, bisogna quindi attuare delle politiche idonee per far sì che una così importante risorsa e fonte di vita rimanga ad essere viva e presente il più a lungo possibile.

Molto spesso, in questo blog, ho parlato degli innumerevoli danni che la mancanza di acqua potabile provoca a miliardi di persone: ogni minuto muoiono più di 5 bambini perché non hanno accesso a questo bene di primaria importanza.

In un pianeta dove ci sono milioni di persone che muoiono, perché viene negato loro il diritto all’acqua, ci sono anche milioni di persone che, ogni giorno, hanno a che fare con essa, anche troppo! Il dato che sto per scrivere mi mette molto a disagio, infatti sono circa 200 i litri che una persona appartenente ad un Paese cosiddetto “sviluppato” consuma al dì, però non è una razione giornaliera raccomandata, infatti di raccomandato o di responsabile in un’azione del genere non c’è proprio nulla!

Spreco_di_acquaNon continuiamo a perseverare in comportamenti sbagliati, non tramandiamo ai nostri figli una condotta errata e scorretta: cerchiamo di dare ad ogni cosa la giusta importanza, la riconoscenza che merita ed il giusto valore. Il valore ed il rispetto per un bene così fondamentale per l’umanità come l’acqua deve essere necessariamente immenso, perché se grande è la sua importanza per noi e per la nostra vita, grande deve essere il rispetto che noi dobbiamo avere nei suoi confronti. Gli sprechi devono finire.

foto1352Non è una novità affermare che l’inquinamento causato dall’uomo mette lo zampino ovunque e quindi, anche in questo caso, produce danni enormi alle falde acquifere, agli ecosistemi acquatici e all’acqua destinata alla vita e al benessere dell’uomo. L’acqua ha il forte potere di autodepurazione, attraverso processi di decomposizione biologica delle sostanze vegetali, animali ed alcune sintetiche, ma questa capacità viene meno in presenza di un’eccessiva situazione inquinante, di una spropositata contaminazione ed alterazione delle caratteristiche acquatiche. Uno dei maggiori killer dell’acqua è il petrolio ed anche questo non è difficile da asserire.

Le aziende dovrebbero essere maggiormente controllate e dovrebbero seguire una severa legislazione riguardante gli scarichi di sostanze tossiche e/o inquinanti. Inoltre si dovrebbe praticare una dura e rigorosa politica di recupero dell’acqua, di riciclo e di depurazione della stessa ed il raggio d’azione dovrebbe essere il più grande possibile.

4-xcms_label_mediumacqua2Potrei elencarvi diversi consigli per portare al minimo lo sperpero di acqua, ma si possono facilmente trovare in tanti altri articoli presenti nella rete, quindi lascio a Voi la ricerca e l’approfondimento di questo tema. Infatti, questo blog è nato per promuovere la ricerca e lo spirito di iniziativa, è nato per condividere ciò che io reputo interessante ed importante, sperando di trovare persone che la pensino come me.

Cercherò di approfondire, il prima possibile, in maniera più adeguata, tutti gli aspetti che riguardano la tematica “acquatica”, infatti vorrei scrivere riguardo le manovre politiche ed economiche inerenti le risorse d’acqua che non vengono rese pubbliche. Riguardo ciò, intanto, Vi prego di leggere con attenzione il seguente articolo, di grande calibro e rilevanza:

“La guerra dell’acqua fra l’Africa e l’Europa” di Jean Paul Pougala

Vi linko anche i contributi inerenti l’argomento acqua:

“Acqua: risorsa a rischio di estinzione”

“L’acqua: oro blu del XXI secolo” (un articolo datato, ma di grandissima importanza)

“Falde acquifere: chi inquina non pagherà più”


Non siate indifferenti, non c’è nulla di più nocivo del disinteresse.

Non lasciamo morire così l’acqua, è la nostra linfa, bisogna tutelarla e proteggerla.

 

Arielle T.

What do you think?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>